Pepe Selvatico dono della foresta

È una bacca particolarmente divertente nella forma, ma soprattutto incredibile dal punto di vista aromatico.
Ha note di tè affumicato, mandarino (o meglio clementina), limone, con sentori floreali, legnosi e fruttati. Un falso pepe estremamente raro, difficile non solo da trovare, ma da cogliere con questa altissima qualità

[prodotto_outlet]

È una bacca particolarmente divertente nella forma, ma soprattutto incredibile dal punto di vista aromatico.
Ha note di tè affumicato, mandarino (o meglio clementina), limone, con sentori floreali, legnosi e fruttati. Un falso pepe estremamente raro, difficile non solo da trovare, ma da cogliere con questa altissima qualità

13,20 

Pepe Selvatico dono della foresta
Descrizione

DA DOVE ARRIVA?

Myanmar, Cina, Indonesia ma viene raccolto anche in Vietnam e Laos. Proprio nella cucina del Laos meridionale spiccano gli abbinamenti con carne di pollo, insieme a citronella, zenzero peperoncino. Mentre nella parte settentrionale è un condimento chiave insieme ad aglio, sale e peperoncino. È particolarmente difficile da raccogliere per molte ragioni. Cresce sino a 2.000 m di altitudine, in cima a viti alte fino a 30 m.

In Vietnam prende anche il nome di “occhi della foresta” o appunto “DONO DELLA FORESTA”, nome a cui ci siamo voluti legare perchè per quanto ci riguarda è veramente un dono incredibile che la natura è stata clemente nel metterci a disposizione. Si raccoglie in gennaio, e i Vietnamiti lo usano anche per conservare la selvaggina.

E COME SI USA?

Proprio in Vietnam ad esempio viene tostato leggermente, prima di essere aggiunto ai piatti tradizionale di gamberetti con verdure, manzo o pollo. I suoi aromi così particolari avvolgeranno ed esalteranno zuppe, grigliate di carne in accoppiato a sale aglio e cipolla, o con il pesce pesce, o con profumatissime macedonie di frutta.

Se volete provare un’accoppiata eccezionale provatelo in polvere direttamente sull’ananas, o su un cioccolattino fondente, o nel vostro gin tonic preferito, lasciandolo qualche minuto sul ghiaccio prima di versare il gin.
Estremamente elegante, unisce la moderata piccantezza del pepe a note più marcate di agrumi, fiori e legni.

Un unica avvertenza. Non mettetelo mai ad inizio ricetta per cotture prolungate, ma almeno a metà esecuzione, per non far disperdere eccessivamente questi incredibili suoi profumi.

Come si usa in cucina

Come si usa in cucina

I suoi aromi così particolari avvolgeranno ed esalteranno zuppe, grigliate di carne in accoppiata a sale aglio e cipolla, o con il pesce pesce, o con profumatissime macedonie di frutta.

Conservazione

Conservazione

Conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore.

Dettagli Tecnici

Dettagli Tecnici

Sta bene con

Sta bene con

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Pepe Selvatico dono della foresta”

Ti potrebbe interessare

×