Fili D’Angelo del Chili

Fili di peperoncino di colore arancio scuro o rosso, chiamati anche Silgochu oppure Chili Thread. Il nome significa “filo” (shil) e “peperoncino” (gochu).

[prodotto_outlet]

Fili di peperoncino di colore arancio scuro o rosso, chiamati anche Silgochu oppure Chili Thread. Il nome significa “filo” (shil) e “peperoncino” (gochu).

9,39 

Fili D’Angelo del Chili
Descrizione

Sono fondamentalmente dei peperoncini tagliati a filetti molto sottili, ideali per guarnire e decorare una moltitudine di piatti, cocktail, gelati e zuppe. Fanno la loro figura anche come impatto visivo nella costruzione di pietanze in stile contemporaneo. Assomigliano nella forma allo zafferano, seppur quest’ultimo ha sicuramente una dimensione molto più contenuta.

I fili di peperoncino hanno una piccantezza davvero bassa, con note erbacee e vegetali davvero interessanti. Sono riscontrabili anche note fruttate, e vengono tradizionalmente utilizzati nella cucina Coreana. Sono molto versatili in tutti i tipi di preparazioni.

Come si usano?

Nella cucina coreana i fili di peperoncino vengono proposti nell’ impiattamento per la preparazione (usati nel kimchi) o guarnizione solitamante insieme a tuorli d’uovo e albume, crescione e fungo nero, e sono una delle parti fondamentali delle decorazioni dei piatti a cinque colori cardinali della cucina coreana, ovvero bianco, nero, giallo, rosso e verde.

Sono anche usati come guarnizione sui bindaetteok o Bindae-tteok, i famosi pancake coreani di fagioli mung.

I fili di peperoncino sono usati come guarnizione, ma possono sicuramente essere mangiati ammorbiditi in liquido o tostati. Crudi hanno un sapore erbaceo, ma una rapida tostatura conferisce loro una dimensione affumicata e scurisce il colore, fa risaltare un sapore più pieno e li rende più appetibili.

È pur vero che in questo caso dipende dallo chef e dalla sua esperienza, alcuni di essi preferiscono non effettuare la tostatura per la paura di scaldarli eccessivamente.

Con cosa si usano

Sono indicati per tutti i piatti a base di carne, per piatti di pasta e risotti, per pesce, zuppe di noodle, zuppe vegetali, stufati, piatti a base di uova, gelati e dessert al cucchiaio.

Ricetta di un aceto aromatizzato al peperoncino

Usa i fili del Chili per fare un aceto di peperoncino. Aggiungi circa 25 g di fili in un barattolo di vetro da 250 ml, per poi riempire il barattolo con il tuo aceto preferito, aggiungi un pizzico di sale, un pizzico di zucchero e chiudi bene il coperchio del barattolo. Agita bene il barattolo e conservalo in luogo fresco, lasciate sposare i sapori per circa 7 giorni a temperatura ambiente quindi filtra e riponilo in un vaso di vetro pulito.

Sono molto piccanti ?

Assolutamente no, in fase di lavorazione vengono utilizzati e selezionati esclusivamente peperoncini non eccessivamente piccanti, e viene utilizzata solo la parte esterna (polpa) e non i semini (placenta), che sono la parte più”hot”. Qundi ci ritroviamo con una piccantezza mite, con un riferimento tra circa 2000 e 5000 SHU se rapportati alla scala di riferimento, ovvero la SCALA DI SCOVILLE .

Che sapore ha Shilgochu?

Si tratta di peperoncini delicati, leggermente dolci; anche in questo caso il loro uso tipico è per una guarnizione colorata.

Curiosità: se spezzettati i fili possono essere una valida alternativa (naturalmente non un sostituto) dei pistilli di zafferano. Il colore è molto importante quando andate a costruire un piatto, esaranno un aiuto per guarnizione davvero eccellente.

Come tutte le spezie vanno conservati al fresco (max 15°C), in un luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce.

Prezzo

Esistono diverse tipologie qualitative di filetti di peperoncino, in base al tipo di lavorazione e peperoncino selezionato. il loro costo quindi è proporzionale alla qualità proposta.

Proprietà Nutrizionali

I peperoncini sono ricchi di molti minerali, vitamine e aminoacidi essenziali per la salute e la crescita. Diversi studi hanno scoperto che i peperoncini hanno tutte le migliori proprietà per essere considerati un alimento. I peperoncini contengono un’ampia gamma di sostanze fitochimiche come vitamine, fenolici e flavonoidi che sono importanti antiossidanti che possono ridurre le malattie degenerative.

Storia del peperoncino fili

Fu introdotto in Corea da commercianti Giapponesi intorno al 1600, e divenne un condimento nella maggior parte dei piatti coreani. La prima menzione del peperoncino in fili si può rilevare in Corea nei libri della collezione Collected Essays of Jibong , un’enciclopedia pubblicata nel 1614.

Come si usa in cucina

Come si usa in cucina

Sono fondamentalmente dei peperoncini tagliati a filetti molto sottili, ideali per guarnire e decorare una moltitudine di piatti, cocktail, gelati e zuppe. Fanno la loro figura anche come impatto visivo nella costruzione di pietanze in stile contemporaneo. Assomigliano nella forma allo zafferano, seppur quest’ultimo ha sicuramente una dimensione molto più contenuta.

I fili di peperoncino hanno una piccantezza davvero bassa, con note erbacee e vegetali davvero interessanti. Sono riscontrabili anche note fruttate, e vengono tradizionalmente utilizzati nella cucina Coreana. Sono molto versatili in tutti i tipi di preparazioni.

Conservazione

Conservazione

Conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore.

Dettagli Tecnici

Dettagli Tecnici

Classificazione: Ordine – Solanales Famiglia Solanaceae- Genere Capsicum
Piccantezza: 1000 SHU
Provenienza: USA

Sta bene con

Sta bene con

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Fili D’Angelo del Chili”

×